Comunità Energetica Rinnovabile di Carloforte (C.E.R.) - FAQ

Q - Quanto si paga per aderire?
A - Dipenderà dalla forma giuridica della C.E.R. Per fare un esempio la quota associativa di una Coop. Sociale è di 25 euro. Attualmente è in corso una manifestazione di interesse, nel momento in cui si concluderà questa fase si procederà con l'analisi dei dati e la successiva costituzione del soggetto giuridico in capo alla C.E.R. Solo allora verranno stabilite le quote e i membri decideranno se aderire o meno.

Q – Devo essere residente a Carloforte per aderire? Devo essere proprietario di un immobile? Posso aderire per ciascun immobile da me detenuto?
A – Per aderire non è necessario risiedere a Carloforte, basta essere titolare di un contratto per la fornitura di energia elettrica all'interno del territorio comunale. Non è necessario essere proprietari di un immobile, possono aderire anche comodatari, affittuari, usufruttuari, purché titolari di un contratto di fornitura. È possibile aderire per ciascun immobile in merito al quale risulti attiva una fornitura elettrica (ad es. casa in paese e casa in campagna); in caso di più contratti in essere dovrà essere presentato un modulo di adesione per ciascun contatore.

Q – Devo avere necessariamente i pannelli fotovoltaici per aderire?
A – Per aderire non è necessario possedere un impianto di produzione, si può aderire anche come semplice consumatore (consumer), usufruendo degli incentivi dedicati dalla C.E.R. a questa tipologia di utente e quindi risparmiando sui costi della fornitura.

Q - Devo installare qualcosa? Chi paga? Chi esegue le manutenzioni? 
A - Ogni utenza all'interno della C.E.R. verrà dotata di un misuratore intelligente (Smart Meter) che consente di monitorare istante per istante quanta energia viene autoprodotta, autoconsumata e immessa in rete dagli utenti della C.E.R. nel loro complesso e per ciascuna utenza. Con un buon numero di adesioni costi di installazione e manutenzione vengono totalmente assorbiti dal sistema incentivante, in caso contrario questi costi incidono a scapito degli incentivi.

Q - Quanto si risparmia?
A - Dipende dal numero di utenti della C.E.R.; più membri aderiscono e più il risparmio sulla bolletta diventa interessante. 

Q - Come funziona il sistema di incentivi?
A - Vi sono tre livelli di incentivi (cumulabili): 110 €/MWh sull'energia condivisa con gli utenti della C.E.R. garantiti dal MISE per 20 anni, 9 €/MWh rimborso ARERA sui minori costi di sistema, 50* €/MWh (* suscettibile di variazioni) sull'energia immessa con ritiro dedicato GSE o vendita sul mercato elettrico. Gli incentivi verranno ripartiti tra i membri della CER, in una quota fissa e una quota variabile, secondo un modello condiviso all'atto dell'approvazione dello Statuto e del Regolamento. 

Q - Qual è il ruolo del Comune?
A - Il Comune coordinerà le fasi di manifestazione di interesse, analisi dei dati, avvio e gestione della CER supportato da un soggetto esterno (R2M) con il quale ha sottoscritto un accordo quadro nel 2018. Il Comune, inoltre, si fa garante sotto i profili della trasparenza e del rispetto della vigente normativa in materia di Comunità di Energia Rinnovabile (D.Lgs. n.199/2021).

Q - Chi decide su tutti questi aspetti?
A - Al termine della manifestazione di interesse il Comune proporrà una forma giuridica, uno Statuto e un Regolamento che saranno suscettibili di discussione e modifica da parte dei membri.

Q - Una volta finita la manifestazione di interesse quali saranno i passi successivi?
A - Una volta cocluso il termine per le adesioni (31 ottobre c.a.) si procederà come segue:

    1. Formazione dell'elenco dei membri fondatori.
    2. Approvazione dello statuto e dell'atto costitutivo della C.E.R., contestualmente alla stesura del regolamento.
    3. Costituzione e registrazione della C.E.R.
    4. Dimensionamento definitivo della C.E.R. con validazione dei membri mediante regolare verbale.
    5. Approvazione del regolamento interno e formalizzazione dell'accordo con il service provider per la gestione dei servizi della C.E.R.
    6. Mandato al legale rappresentante della C.E.R. a interagire con il G.S.E. e comunicazione della configurazione della C.E.R. allo stesso G.S.E.

Q - Materialmente come avverrà l'erogazione degli incentivi? Ci sarà un conto corrente dedicato? Ci sarà lo sconto in fattura o un successivo rimborso?
A - L'incentivo verrà erogato attraverso un rimborso successivo a ciascun utente della C.E.R., stabilito in base ai criteri di ripartizione degli incentivi definiti nel regolamento e quantificato attraverso sistemi tecnologici di monitoraggio (misuratori intelligenti - applicativi software).

Q - Sarà possibile avere agevolazioni o finanziamenti per l'installazione di impianti fotovoltaici domestici?
A - La Comunità Energetica supporterà i propri membri offrendo dei canali privilegiati sia per l'acquisto di materiali, sia per l'acquisto "chiavi in mano" degli impianti, nonché la possibilità di accedere a delle forme di supporto finanziario per dotare gli utenti di impianti di produzione.

Q - Sarà possibile avere uno sportello fisico a Carloforte o il tutto avverrà telematicamente?
A - La C.E.R. si doterà di soluzioni condivise con l'Amministrazione Comunale, pertanto ci sarà sia uno sportello fisico che i canali di comunicazione telematici, sia per quanto riguarda la C.E.R. che per quanto riguarda i servizi afferenti la sostenibilità e la transizione energetica.

Per modulistica, contatti, ulteriori informazioni e maggiori dettagli è possibile visitare la pagina istituzionale della Comunità Energetica Rinnovabile all'indirizzo https://www.comune.carloforte.su.it/it/page/59037